Decidi tu

0

Un caso non è un caso se si ripete ogni volta – canta Niccolò Fabi in una canzone di qualche anno fa – lasciandoci una frase utile a dire che non è un caso se, Amore Mio, ti voglio sempre bene! Se mi preoccupo per te, se voglio sapere tutti i tuoi spostamenti, anche ora che si avvicina la data della tua maggiore età! Perché…

“La tua risata è vita

E luce tra le persiane

Regalo di genetica

Domenica di sole”!

La tua maturità si avvicina e segnerà il passaggio all’età adulta, molto più del diciottesimo: questo è solo un giorno che passa, l’esame di maturità è uno che resta. 

“Così ogni volta ancora io

Ti prenderò mano nella mano per non perdersi

O restando indietro ad osservarti

Di nascosto…”

Eppure, quello che la canzone suggeriva di stracciare – il cerchio disegnato sopra un foglio, cioè lo spazio a tua disposizione e protezione – la sorte in questo tempo ha voluto importelo lo stesso. Vorrebbero rinchiuderti dentro quel perimetro, neppure troppo immaginario, per il tuo bene.

Perciò ti dico: decidi tu. E’ tempo di decisioni, di prendere per mano la tua vita e accompagnarla verso il futuro perché non devi dimenticare, nemmeno ora, che…

“Il tuo posto è il centro

Padrone del tuo tempo

Padrone di te stesso”

Perché io, “se sapessi che un pericolo, è un pericolo per davvero, saprei più precisamente quale scivolo evitarti” ma “tu prenditi i tuoi rischi, tanto amando si raddoppiano, per forza, le ragioni per cui posso non ferirti”!

Allora esci, esci, esci da quel cerchio, perché il posto del sole è fuori, affinché possa entrare dalle persiane della mia vita!

“Io ti metto sul piatto tutto ciò che conosco, uno spartito soltanto per improvvisare, un’osteria fuori porta con un solo coperto, fuori una moto che aspetta, per poi continuare:

Una storia per far vivere un incanto

E una chiave per aprirsi dall’interno”

Ecco Amore Mio, ti ho dato tutto, ora sta a te cambiare il mondo. Non far sì che i miei errori e la mia ignavia ti riducano un ammasso molliccio di like: tu non sei un pollice che dice ad un piccolo parterre cosa gli piace. C’è una storia vera da vivere là fuori, nella quale fare ciò che ti piace!

La tua vita. Senza sconti, solo prodezze. Vivi. Osa. Spingiti oltre quel cerchio. Ma, Amore Mio,

“Stai attendo alle correnti,

e non scordarti…

Le chiavi di casa”.

 

Condividi questo articolo!

Commenti chiusi.

Ricevi tutti i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla newsletter di Articolo 26 per non perderti nessuna notizia